SECONDI PIATTI – FAGOTTO SFOGLIATO DI PESCE

Un secondo piatto da leccarsi i baffi.  FAGOTTO SFOGLIATO DI PESCE

 INGREDIENTI
  • pasta sfoglia 350 grammi – pesce persico 400 grammi – carota 1 – zucchine piccole 2 – peperone giallo 1/2
  • peperone rosso 1/2 – prezzemolo 1 ciuffo – olio extravergine d’oliva 2 cucchiaio – uovo 1 – limone 1
  • semi di papavero – sale – pepe q.b.

Preparazione

1) Taglia il pesce persico in 4 tronchetti e falli marinare con sale, pepe, 1 cucchiaio d’olio, la scorza di limone grattugiata e il prezzemolo spezzettato. Pela la carota e i peperoni eliminando semi e filamenti. Taglia tutte le verdure a julienne.

2) Stendi la pasta sfoglia, bucherella metà del fondo con una forchetta e cospargila con metà delle verdure a julienne leggermente condite con l’olio rimasto, sale e pepe. Ricavate 4 rettangoli, posavi il pesce scolato dalla marinatura e copri con le verdure rimaste. Chiudi i fagotti, spennella con l’uovo sbattuto, cospargi di semi di papavero e cuoci in forno caldo a 180°C per 25 minuti circa.

pesce persicoIL PESCE PERSICO 

Il pesce persico è un pesce di acqua dolce, che appartiene alla famiglia dei Percidi. Ha profilo gibboso, corpo compresso ai lati, dorso verde scuro e può arrivare fino a 50 cm di lunghezza. Ha carne magra, facile a digerirsi, ed è molto apprezzato in cucina.

Esistono due tipologie di persico: il persico reale, un pregiato pesce d’acqua dolce nostrano che viene catturato nei grandi laghi del Norditalia, e il persico africano (o del Nilo), pescato, appunto, nel Nilo e nei grandi bacini africani (laghi Vittoria e Ciad), dove viene trasformato direttamente in filetti prima di arrivare, refrigerato, in Europa.

Spesso viene venduto solo come “persico”, generando confusione con la specie nostrana, diversa per molti aspetti. A partire dalle dimensioni: il persico reale non supera i 4-5 kg, e quindi se ne ricavano filetti piuttosto piccoli e sottili, di colore bianco-rosato (vedi foto), che si trovano quasi esclusivamente nei luoghi di pesca del Norditalia. Il persico africano, invece, è un grosso pesce, da cui si ottengono filetti grandi e spessi, di colore rosa carico e sapore piuttosto neutro. Il loro successo commerciale è dovuto al prezzo vantaggioso (la metà rispetto al nostrano), oltre che alla praticità, grazie all’assenza di scarto e spine. Il persico africano è diffuso in tutti i mercati anche surgelato.

Di solito viene venduto a filetti. È ottimo impanato e fritto, oppure infarinato e saltato nel burro.

FONTE: sale&pepe.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *