Pisa: Caso Ragusa, la Cassazione chiede nuovo processo per Antonio Logli. Annullato il suo proscioglimento

La Cassazione ha accolto i ricorsi di Procura e parti civili e Annullato il proscioglimento di Antonio Logli.


Roberta Ragusa era scomparsa da casa, lasciando marito e figli, la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012. Da allora dell’imprenditrice si è persa ogni traccia. Unico indagato ad oggi per i reati di omicidio volontario e occultamento di cadavere è il marito Antonio Logli, che aveva una relazione extraconiugale che Roberta aveva scoperto. Logli si è sempre detto estraneo ai fatti contestati, raccontando che la mattina del 14 gennaio quando si è svegliato Roberta non era a letto accanto e lui. Ma gli inquirenti non gli credono alla sua versione dei fatti. Contro di lui ci sarebbero anche le dichiarazioni di almeno un testimone che lo smentisce raccontando di averlo visto nei pressi di casa intorno all’una e mezza mentre litigava con una donna.

Il non luogo a procedere

Pisa: Caso Ragusa, la Cassazione chiede nuovo processo per Antonio Logli. Annullato il suo proscioglimento
Pisa: Caso Ragusa, la Cassazione – nuovo processo per Antonio Logli. Annullato il suo proscioglimento – web source
Logli era stato prosciolto lo scorso anno perché «il fatto non sussiste» dal gup di Pisa Giuseppe Laghezza. Una decisione inattesa che l’allora procuratore di Pisa, Antonio Giaconi, aveva dichiarato di non capire annunciando il ricorso in Cassazione e un supplemento di indagini. Decisivo, nel pronunciamento di proscioglimento, era stato il mancato ritrovamento del corpo di Roberta Ragusa e dunque l’assenza della prova certa della «morta certa» della donna. Anche le prove che il pm aveva presentato contro Antonio Logli e il racconto del supertestimone, Loris Gozzi poi finito in carcere per scontare una vecchia pena, erano stati considerati confusi e inattendibili. “Torna la speranza di fare giustizia nel nome di Roberta, siamo tutti molto felici” – ha detto l’avvocato Nicodemo Gentile, parte civile nel processo come rappresentante dell’associazione Penelope.
La Corte di Cassazione ha accolto i ricorsi presentati da procura e parti civili e ha annullato il proscioglimento di Antonio Logli nel processo per la scomparsa della moglie Roberta Ragusa, svanita nel nulla dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme (Pisa). Lo ha reso noto l’avvocato Nicodemo Gentile, parte civile per l’associazione Penelope Italia. La Corte ha rinviato gli atti al tribunale di Pisa per un nuovo giudizio. Il ricorso contro il proscioglimento di Logli era stato presentato anche dai familiari della donna, procura di Pisa e procura generale di Firenze.


FONTE: www.corriere.it – www.lastampa.it

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi