Margherita lancia la sfida alla sua disabilità: “Voglio attraversare lo Stretto”

Margherita sfida se stessa e la sua disabilità.


MARGHERITA-TRAVERSATA-ONNO-MANDELLO-CopiaMargherita Abbatangelo, 23 anni, affetta da una rara malattia, la sindrome di Turner, che le ha impedito di crescere bene, vive a Tradate, nel varesotto, e sembra intenzionata a metterci tutto l’impegno e la determinazione per provare a vivere una vita normale, anzi è pronta anche a imprese eccezionali, come quella che la aspetta domenica prossima, quando proverà ad attraversare a nuoto lo Stretto di Messina. La sfida, in programma sabato 6 agosto, inizierà da Torre Faro per arrivare a Cannitello.

Margherita sarà seguita in acqua da Massimo Magnocavallo, presidente e fondatore della Onlus “SuperSportivi” di Milano, e da Anna Barlassina, ex nuotatrice. A seguirla ci sarà anche la barca del pescatore Giovanni Fiannaca. La giovane – la cui vicenda è narrata dal ‘Corriere della Sera’ – racconta che il primo tentativo di traversata in acque libere era avvenuto sul lago di Lecco, sempre insieme a Magnocavallo, ed era andata benissimo: “C’era vento contrario e mi attaccai al suo collo terrorizzata. Ma solo per i primi 15 minuti. Poi ho preso il volo…”.

La conferma arriva dal suo ‘angelo custode’: “Ha nuotato di filato per 4 ore e mezza percorrendo 4 chilometri…”. Eppure fino a pochi mesi fa tante erano le paure di Margherita Abbatangelo: “Due anni fa non uscivo da sola. Adesso prendo il treno a Tradate, scendo a Milano, passo sulla metro e poi a piedi verso la piscina…”. Accanto alla giovane ci saranno come sempre i genitori, ma anche Paola Raddrizzani, la psicoterapeuta che dal 2006 prova a rianimarla con danza, movimento terapia, disegni e collage.


FONTE: www.direttanews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *