Le pensioni – Le differenze del sistema contributivo e privilegi inaccettabili

Le pensioni dei parlamentari dovrebbero essere calcolate in base al sistema contributivo, lo stesso di tutti i lavoratori italiani.

Con la solita storia dei “diritti acquisiti” sono tante le categorie di persone che ruotano dentro e fuori dalla politica che stanno tentando di mantenere tutti i privilegi che hanno accumulato in questi anni. Abbiamo appena scoperto che il tanto sbandierato tetto dei 240 mila euro alle retribuzioni pagate dallo Stato per i dipendenti della Camera sarà in realtà una misura temporanea così come è notizia di pochi giorni fa la ribellione degli ex parlamentari al taglio dei vitalizi.

deputati - camera- pensioni
Foto: Web source

Ora però è emerso lo stesso schema a proposito delle pensioni. Infatti dal 2012 le pensioni dei parlamentari dovrebbero essere calcolate in base al sistema contributivo, lo stesso di tutti i lavoratori italiani. Ma siamo sicuri che sia proprio uguale il trattamento? Sembra non sia proprio così. Basti pensare che nel 2018, anno della scadenza della legislatura in corso, la legge Fornero fissa a 66 anni e 7 mesi l’età pensionabile di noi cittadini “normali”.

I parlamentari invece possono andare in pensione a 65 anni con una sola legislatura alle spalle e addirittura a 60 anni se i mandati salgono a due. Ma le differenze non si limitano a questo. Infatti secondo i calcoli forniti dalla Camera e pubblicati da Il fatto quotidiano un deputato eletto nel 2013 a 27 anni che cesserà il suo mandato nel 2018 percepirà nel 2051 a 65 anni una pensione di circa mille euro al mese, quando il 64,7% delle pensioni degli italiani è inferiore ai 750 euro mensili. La cosa ancora più assurda è che questa ipotesi prevede che il parlamentare in questione svolga solo questa attività di 5 anni in tutta la sua vita. Provate a confrontarla con chi lavora 40 anni per avere una pensione minima e poi capirete dove stia l’iniquità della vicenda.


FONTE: www.direttanews.it


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *